}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

marzo 31, 2010

Bianco, al latte, alle nocciole o fondente… chi può resistere alla bontà del cioccolato?

Conosciuto dagli Aztechi come afrodisiaco e tonico, ora possiamo dire che il cioccolato, in particolare il burro di cacao che lo compone, ha molteplici implicazioni sulla salute e il benessere.

Vediamo in questo articolo le numerose proprietà e i benefici del cioccolato.

Cioccolato e Antiossidanti.

Il cioccolato è tra gli alimenti più interessati dal punto di vista degli antiossidanti. E’ particolarmente ricco di Polifenoli (Flavonoidi e Tannini) noti per la loro efficacia nel combattere i radicali liberi con importanti ripercussioni sull’ossidazione cellulare legata al processo di invecchiamento.

La capacità antiossidante del cacao sarebbe 4-5 volte superiore a quella del tè nero e 2-3 volte superiore rispetto a quella del tè verde e del vino.
2

marzo 28, 2010

Essendo la noce di cocco ricca di potassio rappresenta un ottimo alimento ricostituente per reintegrare i sali minerali in caso di bisogno; la buona presenza di vitamina B e C la rende utile nel trattamento di alcuni disturbi quali possono essere la debolezza in generale, problemi di nervosismo e i disturbi urinari.

Secondo alcuni studi la noce di cocco aiuterebbe ad eliminare l'aria presente in eccesso nello stomaco e nell'intestino e avrebbe anche proprietà utili al fine di eliminare le tossine presenti nell'apparato digerente.

L'acqua di noce di cocco è un alimento caratterizzato da molte proprietà e benefici che si esplicano nei confronti dell'organismo umano:contiene pochi grassi, molti microelementi, elementi minerali e vitamine che contribuiscono al mantenimento di un organismo sano.

La sua assunzione genera benefici al sistema immunitario rinforzandolo, ha effetti positivi sul sistema nervoso, aiuta la digestione, ed ha proprietà rigenerative a livello cellulare.  
2

marzo 26, 2010

Alle mandorle, oltre alle proprietà altamente energetiche, vengono attribuite proprietà lassative; fin dai tempi più antichi il latte di mandorle era considerato un ottimo rimedio rinfrescante dell'intestino e della vescica.

Le mandorle sono indicate in caso di denutrizione, oltre che altamente nutritivo sono anche un alimento molto equilibrato, e il loro utilizzo viene consigliato in determinati momenti in cui l'organismo ha particolarmente bisogno di energia: gravidanze, convalescenze, attività sportiva, superlavoro fisico ed intellettuale.

Molto importante il ruolo della vitamina E che svolge un'azione determinante nell'attenuazione del rischio di attacchi cardiaci; insieme ai grassi insaturi contribuisce a ridurre la crescita della placca aterosclerotica nelle arterie.
1

marzo 24, 2010

Lo zuccotto è un tipico dolce della tradizione culinaria fiorentina, le cui origini risalgono ad un'invenzione di Bernardo Buontalenti per uno dei banchetti della famiglia Medici.

Originariamente noto con la denominazione di "Elmo di Caterina", si caratterizzava per ingredienti totalmente diversi da quelli che ne contraddistinguono la moderna versione.

La ricetta originaria infatti prevedeva l'utilizzo di ricotta, granelli di cacao e scorza di agrumi per la farcitura interna alla quale veniva conferito un aspetto prevalente monocromatico bianco, mentre il rivestimento esterno si caratterizzava per l'aromatizzazione con l'alchermes che gli conferiva un colore rosso molto acceso.


  • Ingredienti: per 8 persone
Per il pan di Spagna:

farina g 150
zucchero semolato g 150
4 uova
vanillina Bertolini
sale
burro
farina per lo stampo

Per farcire e completare:

panna fresca g 400
pasta di mandorle (marzapane) verde g 300
cioccolato fondente g 100
Cointreau g 70
acqua di fior d'arancio

  • Preparazione: 60' + raffreddamento.

  • Per il pan di Spagna (da preparare anche alcuni giorni prima): montate le uova con lo zucchero e un pizzichino di sale, sbattendole con lo sbattitore elettrico fino a quando il composto scrive (alzando la frusta, il filo che cadrà non dovrà incorporarsi immediatamente al composto ma restare leggermente in superficie);.
  • Incorporatevi allora la farina, una bustina di vanillina, il tutto fatto scendere a pioggia da un setaccino mescolando con delicatezza con movimenti dal basso verso l'alto e viceversa, usando un cucchiaio di legno.
  • Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera mobile di cm 22 di diametro, versatevi l'impasto e passatelo nel forno già a 180° per 35' circa.
  • Sformate il dolce su una gratella da pasticcere per farlo raffreddare.
  • Per montare lo zuccotto, riducete il pan di Spagna a fette diagonali, pennellate parte di esse con una bagna preparata stemperando il Cointreau in una uguale quantità d'acqua, quindi rivestite con le stesse uno stampo per uovo di Pasqua, lungo cm 25, già ben pennellato con la medesima bagna.
  • Montate la panna, mescolatela delicatamente con il cioccolato grattugiato e profumatela con un cucchiaio di acqua di fior d'arancio.
  • Versate la panna nello stampo, spalmandola su altre fette di pan di Spagna inzuppate e disposte a strati.
  • Passate lo stampo in frigo per 4 ore; al momento di servire, sformate il dolce su un piatto, guarnitelo con un nastro di pasta di mandorle, stesa con il matterello rigato, e completate con un fiocco dello stesso marzapane.

Se ti è piaciuta la ricetta iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
3

marzo 22, 2010


  • Ingredienti: per 4 persone
500 g di meringhe
latte
500 g di panna da montare
2 tuorli, cacao
zucchero semolate
zucchero al velo


  • Preparazione: 40'

  • Montate i tuorli con 2 cucchiai di zucchero semo­late fino a ottenere un com­posto bianco e spumoso.
  • Montate 320 g di panna con un cucchiaino di zucche­ro al velo.
  • Stemperate 100 g di cacao con qual­che cucchiaio di latte, poi aggiungetevi, poco alla volta, la panna liquida rimasta e mettete la casseruola su fuoco basso.
  • Fate scaldare, mescolando, senza portare a ebollizione fino a ottenere una crema semifluida.
  • Fate intiepidire la crema, poi uni­tela al composto di uova e zucchero.
  • Spezzettate le meringhe e mettetene un primo strato in una larga coppa, quindi fate uno stra­to di panna montata.
  • Con­tinuate fino a esaurimento degli ingredienti e terminate con un leggero strato di crema al cacao.
  • Decorate a piacere con un ciuffetto di panna montata e fogliette di cioccolato, spolverizzate leggermente di cacao e ser­vite con la crema al cacao rimasta, a parte.

Altre ricette che ti potrebbero interessare:





Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1

marzo 14, 2010

  • Ingredienti: per 4 persone
250 g di fragoline di bosco
1 bicchierino di Kirsch
250 g di ricotta
4 cucchiai di zucchero
1/2 bicchiere di vino bianco
100 g di panna montata
1 bustina di zucchero vanigliato
foglioline di menta fresca


  • Preparazione: 60'

  • Lavate velocemente con il vino bianco le fragoline di bosco, sgocciolatele bene, quindi trasferitele in una terrina.
  • Spolverizzatele con lo zucchero vanigliato, irrora­tele con il liquore, poi copri­tele con un foglio di pellico­la e riponetele in frigorifero per 30 minuti.
  • Nel frattempo frullate la ricotta, mischiatela con lo zucchero, ponete il ricavato in una terrina.
  • Aggiungetevi la panna montata, rimesco­late accuratamente e infine incorporatevi le fragoline di bosco con il loro sugo di macerazione.
  • Mescolate ancora una volta in modo da ottenere una spuma color rosa, sud­dividete quest'ultima nelle singole coppette.
  • Decorate la superficie con 2 foglioli­ne di menta fresca e pre­sentatele subito in tavola.
  • Se le fragoline di bosco, ahimè!, sono troppo care, potete sostituirle con le fragole normali, a cui aggiun­gerete, se possibile, 2 cuc­chiai di sciroppo di fragola.
  • L'alternativa sarà di uguale successo.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1

marzo 04, 2010


  • Ingredienti: per 6 persone

12 crépes preparate seguen­do la ricetta base a cui avrete aggiunto 40 g di zucchero e un pizzico di cannella
250 g di ri­cotta
50 g di cioccolato fon­dente
100 g di scorzette di ce­dro candite
120 g di zucche­ro
cannella in polvere
un cucchiaio di rum
un'arancia
450 g di lamponi (freschi o surgelati)


  • Preparazione: 20' + 1 ora di raffreddamento

  • Con un coltellino o un rigalimoni, ricavate dalla scorza dell'arancia delle lunghe listarelle.
  • Mettete la ricotta in una ciotola e lavoratela con 60 g di zucchero fino a ottenere una crema soffice, quindi unitevi il cedro tagliato a dadini, il cioccolato tagliato a pezzetti, un cucchiaino di cannella, il rum e 2 cucchiai di succo di arancia.
  • Mescolate bene il composto e suddividetelo al centro delle crépes.
  • Formate dei fagottini e chiudeteli con una listarella di scorza di arancia.
  • Fate sciogliere lo zucchero rimasto in una casseruolina con 2 cucchiai di succo di arancia.
  • Unitevi i lamponi, schiacciateli con una forchetta, oppure passateli al mixer.
  • Lasciate addensare la salsa su fuoco vivo per qualche minuto, quindi passatela al setaccio per eliminare i semini dei lamponi e fatela raffreddare per un'ora in frigo.
  • Servite le crépes accompagnate con il coulis di lamponi.



Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



2

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook