tumbler, ananas, dolci, ricette, gastronomia Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torta, noci, dolci, e bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina torta pasticcioto, Salento, Puglia, ricette, cucina
Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

domenica 23 novembre 2014

Il Mondo dei Dolci: le 10 ricette più lette e più viste del mese di Ottobre 2014.

1.- Budino di sago in latte di cocco.

Budino di sago in latte di cocco.

Ingredienti: per 6-8 persone 1/2 tazza di sago 1 tazza di latte di cocco 1/2 tazza di zucchero di palma 2 tazze d’acqua stimmi di zafferano noci tritate sale Il sago o sagù è un amido estratto dal midollo di diverse specie di palma appartenenti al genere Metroxylon, Cycas e Phoenix[1]. Il sago è un alimento di base per le popolazioni di pianura della Nuova

Leggi il resto della ricetta ... »

venerdì 21 novembre 2014

Budino di sago in latte di cocco.

  • Ingredienti: per 6-8 persone

1/2 tazza di sago
1 tazza di latte di cocco
1/2 tazza di zucchero di palma
2 tazze d’acqua
stimmi di zafferano
noci tritate
sale

Il sago o sagù è un amido estratto dal midollo di diverse specie di palma appartenenti al genere Metroxylon, Cycas e Phoenix[1]. Il sago è un alimento di base per le popolazioni di pianura della Nuova Guinea e dell'arcipelago delle Molucche, dove è comunemente chiamato saksak e sagu. È tradizionalmente cucinato e mangiato in varie forme, come ad esempio in palline, miscelato con acqua bollente per formare una pasta, oppure come una frittella.

Budino di sago in latte di cocco

Torta di polenta con fichi al Marsala.

  • Ingredienti: per 6-8 persone

PER LA TORTA:

200 g di farina di mais per polenta a grana media
50 g di farina "00"
250 g di burro morbido
250 g di zucchero muscovado (o di canna)
4 uova a temperatura ambiente
8 g di lievito in polvere per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

PER I FICHI AL MARSALA:

250 ml di Marsala secco
180 ml di acqua
180 g di zucchero semolato
6 fichi

Torta di polenta con fichi al Marsala

sabato 1 novembre 2014

Gedeckte Apfeltorte, torta ripiena di mele.

Ingredienti:

300 grammi di farina
una presa di sale
una bustina di zucchero vanigliato
la scorza di un limone non trattato
100 grammi di zucchero
un uovo
200 grammi di burro.
Per farcire:
circa un chilo di mele
un cucchiaio di rum
un cucchiaio di zucchero
cannella
50 grammi di uvetta
pinoli
pangrattato.

 

Gedeckte Apfeltorte -Torta ripiena di mele

Crostata con purea di mele.

Ingredienti: per 6-8 persone

300 g di pasta frolla
1 kg di mele golden, sbucciate, private del torsolo e affettate
30 g di burro
90 g di zucchero di canna
4 cucchiai di Madera
1 pizzico di noce moscata in polvere
1 uovo

Biscottini al cioccolato, con presenza nell'impasto di un'alta percentuale di burro, poco zucchero, farina di cocco (assente in diverse versioni) e cornflakes, che gli donano, una particolare croccantezza.

Per una versione tutta italiana, potete provare a sostituire la glassa con la nutella.
Molto importante per un buon risultato, l'utilizzo di cornflakes non zuccherati.

crostata con purea di mele_thumb[2]

Afghan biscotti al cioccolato neozelandesi.

Ingredienti: per 4 persone

600 g di patate
150 g di farina
150 g di ricotta
100 g di erbette
montasio grattugiato
30 g di uvetta ammorbidita nel rum
2 uova
noce moscata
sale
pepe
scorza di un limone
burro
cannella in polvere.

Biscottini al cioccolato, con presenza nell'impasto di un'alta percentuale di burro, poco zucchero, farina di cocco (assente in diverse versioni) e cornflakes, che gli donano, una particolare croccantezza.

Per una versione tutta italiana, potete provare a sostituire la glassa con la nutella.
Molto importante per un buon risultato, l'utilizzo di cornflakes non zuccherati.

afghan Oceania-NuovaZelanda_thumb[2]

venerdì 31 ottobre 2014

Happy Halloween!!!

Castagnole dolce molto apprezzato nelle sue diverse varianti.

Ingredienti: per 4 persone

125 g di farina di castagne
90 g farina bianca
1 bicchiere di latte
70 g di zucchero
10 g di lievito di birra
1 uovo
1 bustina di vanillina
40 g di uvetta
olio d'aracchidi per friggere
2 cucchiai di zucchero a velo
sale

La ricetta delle castagnole è sicuramente molto antica: è stato ritrovato nell'archivio di stato di Viterbo un volume manoscritto del Settecento in cui sono descritte ben quattro ricette di castagnole, di cui una prevede la cottura al forno, che quindi non è stata adottata recentemente nell'intento di rendere il dolce più leggero, come spesso si crede.

Castagnole dolce molto apprezzato nelle sue diverse varianti.

L'anello di Monaco (Nusskrantz) è un dolce a base di pasta lievitata, arrivato a Mantova dalla Germania.

Ingredienti: per 4 persone

Farina (500 g)
Latte (300 ml)
Burro (120 g)
Zucchero (120 g)
Uova (4)
Mandorle (80 g)
Uvetta (150 g)
Scorza di un limone
Lievito di birra (45 g)
Sale (un pizzico)
Zucchero a velo (una bustina)
Zucchero a velo (200 g) per la glassa
Albume (1) per la glassa
Crema di nocciole o cioccolato o frutta (quantità a piacere per la farcia)
Burro (35 g) per stampo

È un dolce dalla complessa preparazione prodotto artigianalmente esclusivamente dai forni e dalle pasticcerie della città di Mantova e nel solo periodo natalizio.


Dolce di pasta lievitata, appare simile a un panettone con un foro interno, glassato con zucchero in superficie e farcito di crema a base di nocciole o noci o con marron glacé tritati e in altre versioni con cioccolato.


Nella forma ricorda anche una ciambella di notevole altezza (20-30 cm), nella sommità decorata dalla glassa bianca zuccherata. Internamente la pasta appare di colore giallo contenente mandorle e uvetta, e avvolgente la farcitura prescelta.


L'anello di Monaco emana un profumo e un sapore di nocciole e burro.

anello-di-monaco1

Vol-Au-Vent con mousse delicata al cioccolato.

Ingredienti: per 4 persone

8 vol-au-vent surgelati
200 g di cioccolato fondente
2 uova
60 g di burro
50 g di zucchero
sale

I vol-au-vent (o vol au vent, che significa letteralmente in francese "volo al vento") sono piccoli canestrini formati da dei dischetti di pasta sfoglia sovrapposti, aperti in alto e vuoti all'interno, che si possono riempire sia con verdure, crema di formaggio o funghi, gamberetti, carne tritata o fegatini, sia con ripieno dolce. Inoltre i vol-au-vent sono sicuramente fra i più famosi prodotti della cucina francese, da servire caldi o freddi, come antipasto o aperitivo.

vol_au_vent_con_mousse

Crema di ricotta al miele, datteri e noci di Pecan.

Ingredienti: per 4 persone

350 g di ricotta piemontese
2 uova
70 g di zucchero
1,5 dl di miele di castagno
12 datteri
80 g di noci di Pecan sgusciate
2 bacche di cardamomo
cannella in polvere
noce moscata
sale

Facoltativo:
croccante alle mandorle.

Il Seirass di Latte o Ricotta Piemontese viene ricondotto erroneamente a un latticino della tipologia "ricotta". In effetti la sua tecnica di produzione lo fa rientrare a pieno titolo tra i formaggi, essendo il risultato di una coagulazione acida e presamica del latte. A differenza delle altre ricotte, questa è prodotta a partire esclusivamente da latte, in passato principalmente di pecora, adesso solo vaccino. La forma è tradizionalmente quella del caratteristico cono arrotondato che deriva dall'impiego di tele cucite a formare appunto un cono. Peso da 1,0 a 1,5 kg, anche se più recentemente sono comparse pezzature inferiori per esaudire le richieste dei consumatori. Come per le altre ricotte fresche, non è possibile parlare di crosta. Pasta bianca, umida, morbida, a tessitura finissima e fusibile in bocca. Sapore dolce di latte, delicato, molto gradevole e vellutato al palato, il gusto si distacca molto dalla classica ricotta per morbidezza e dolcezza.

crema_di_ricotta_al_miele

Terrina di arance con crema al Grand Marnier.

Ingredienti: per 8 persone

Per la terrina:
8 arance
50g di zucchero al velo
30 g di gelatina
1/2 bicchiere di Grand Marnier

Per la crema:
6 tuorli
1 pezzetto di stecca di vaniglia
80 g di zucchero
20 g di fecola
250 ml di latte
20 ml di Grand Marnier

La terrina è un contenitore usato in cucina. Il suo nome viene dal latino terrineus (fatto di terra), derivante dal materiale che la costituisce, la terracotta o il gres, e definisce due categorie di oggetti differenti sia per uso che per forma: la terrina intesa come grossa ciotola, in cui si impastano ingredienti o si condisce l'insalata, e la terrina da forno.

Terrina di arance con crema al Grand Marnier.

Streghe, balli e zucche: è Halloween.

Oggi clown malvagi sono solo un omaggio all’immaginario horror, e gli zombie non si risvegliano dal loro sonno per cercare carne umana, ma solo per ballare.

E’ la notte di Halloween, festa nata negli Stati Uniti che ormai s’è imposta ovunque, Italia compresa, se non altro come scusa per una notte di divertimento in stile horror.

Halloween è una festività anglosassone che trae le sue origini da ricorrenze celtiche (All-Hallows-Eve) che ha assunto negli Stati Uniti le forme accentuatamente macabre e spesso violente con cui oggi la conosciamo e che si celebra la notte del 31 ottobre.

L'usanza si è poi diffusa anche in altri paesi del mondo e le sue caratteristiche sono molto varie: si passa dalle sfilate in costume ai giochi dei bambini, che girano di casa in casa recitando la formula ricattatoria del dolcetto o scherzetto.

halloween-betis

Tipica della festa è la simbologia legata al mondo della morte e dell’occulto, così come l'emblema della zucca intagliata, derivato dal personaggio di Jack-o'-lantern.

Festa di Halloween nei Parchi di divertimento della Romagna.

In questa infografica sono contenuti suggerimenti ed informazioni sulla Festa di Halloween, nonché indicazioni sulle feste organizzate presso i parchi della Riviera Romagnola. Nella prima parte dell’immagine infatti è possibile scoprire le iniziative organizzate da tre dei parchi più conosciuti d’Italia ossia Mirabilandia, Fiabilandia ed Italia in miniatura.

Come anticipato, sono presenti suggerimenti sui travestimenti più facili da ricreare anche a casa (utilizzando vecchie lenzuola e pennarelli di colore rosso), nonché informazioni sulle maschere più originali degli ultimi tempi. Oltre alle maschere, vengono riportati alcuni dolcetti a tema da riproporre in queste giornate.

Non mancano cenni sulla storia di Halloween e tantissime curiosità su questa festa come ad esempio il peso della zucca più grande di tutti i tempi, la cifra in dollari che mediamente viene spesa per travestimenti e dolciumi e tanto altro!

Halloween

Tra caramelle, cioccolatini e zucche l'Halloween foodie in 10 infografiche

Sapevate che negli Stati Uniti il giorno di Halloween è quello in cui vengono consumati più dolciumi? Batte Natale, Pasqua e persino San Valentino.

E che la quantità di zucche vendute negli Stati Uniti e nel Regno Unito è sufficiente per ricoprire la strada da Londra alla Transilvania?

E come si fa a bruciare le calorie assorbite con tutti i dolcetti e le caramelle di Halloween?

Abbiamo raccolto 10 infografiche con curiosità e statistiche (o con curiose statistiche, fate un po' voi) sulla festa più spaventosa dell'anno, selezionandole col nostro occhio goloso.

boo-infografiche

Ultime ricette pubblicate

I miei preferiti