tumbler, ananas, dolci, ricette, gastronomia Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torta, noci, dolci, e bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina torta pasticcioto, Salento, Puglia, ricette, cucina
Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

martedì 23 febbraio 2016

Biscotti alla pasta di mandorle.

Ingredienti: per 12 persone

200 grammi di mandorle, pelate
200 grammi di zucchero, semolato
50 grammi di albume, fare molta attenzione a metterne la quantità giusta
1 cucchiaio da tè di vanillina, una fialetta

Un dolce tipico della tradizione siciliana, di una bontà unica e a cui non si può dire di no. Uno tira l'altro.

Sono ancora più buoni se mangiati il giorno dopo e in generale più riposano, più saranno buoni.

Biscotti alla pasta di mandorle

Torta Caprese, un dolce tipico napoletano a base di mandorle e cioccolato.

Ingredienti: per 12 persone

300 grammi di Mandorle, con la pellicina
150 grammi di Burro
250 grammi di Zucchero di canna
5 Uova
150 grammi di Cioccolato fondente
1 cucchiaio da tè di Vanillina
1 bicchierino di Liquore, dolce
4 cucchiai da tavola di Zucchero a velo, per decorare


La torta caprese, dolce napoletano a base di cioccolato e mandorle, è sicuramente una delizia per ogni palato.

Originario dell’isola di Capri, come si intuisce dal nome, ha conquistato le tavole di tutti i napoletani e si presta ad essere un’ottima chiusura per un pranzo domenicale.

Estonian Kringle_thumb[2]

L'Estonian Kringle è una specialità tipica dei paesi del Grande Nord.

Ingredienti: per 4 persone

120 millilitri di Latte intero, tiepido
80 grammi di Burro, morbido
2 Tuorlo d'uovo
300 grammi di Farina, di tipo 00
1 pizzico di Sale
1 cucchiaio da tè di Miele
3 cucchiai da tè di Zucchero
1 cucchiaio da tè di Estratto di vaniglia
21 grammi di Lievito madre, secco
1 cucchiaio da tè di Buccia di limone
1 Arance, succo
100 grammi di Mandorle, macinate

L'Estonian Kringle è una specialità tipica dei paesi del Grande Nord. Preparata solitamente in occasione dei compleanni, è un dolce profumatissimo, formato da un impasto lievitato molto simile ad una brioche. Tradizionalmente farcito con burro, cannella e cardamomo, viene poi intrecciato e modellato a forma di corona.

Estonian Kringle

Muffin al cioccolato senza uova e senza lattosio ripieni di bacche di goji.

Ingredienti: per 4 persone

    240 grammi di Farina di grano tenero, o integrale
    60 grammi di Cacao amaro
    100 grammi di Zucchero di canna
    220 grammi di Latte di mandorle
    120 grammi di Olio di arachidi
    1 presa di Bacche di Goji
    1 pizzico di Sale
    1 Lievito per dolci

Il nome goji è stato creato nel 1973 dall'etnobotanico nord-americano Bradley Dobos. Queste bacche rosse crescono spontaneamente nelle valli himalayane, nella Mongolia, nel Tibet, nelle province della Cina dello Xinjiang, dello Ningxia, e nella regione autonoma della Mongolia Interna. Vengono coltivate da migliaia di anni e sono considerate un elemento essenziale nella medicina tradizionale cinese. Comunque la più alta densità produttiva si riversa nelle terre attraversate dal fiume Huang He. Con il passare del tempo le sedimentazioni dei suoi bacini alluvionali hanno dato origine a un terreno straordinariamente fertile. Le piante di Goji possono facilmente utilizzare i minerali grazie alla struttura a grana fine dei sedimenti mentre altri componenti del “silt” mantengono il terreno soffice e ben aerato.

Muffin al cioccolato e bacche di goji

Mousse al cioccolato vegana.

Ingredienti: per 4 persone

130  grammi di Aquafaba, acqua di governo dei legumi
170  grammi di Zucchero di canna
100  grammi di Cioccolato fondente al 60-69%

La tecnica dell’ aquafaba è in continua evoluzione, e le sperimentazioni sono costanti ormai in tutto il mondo. Grazie quindi agli inventori per aver diffuso la loro scoperta, ora spetta a noi pasticceri, ovunque ci troviamo, metterla in atto e valorizzarla. Credo proprio di aver reso giustizia con questa fantastica mousse al cioccolato.

mousse-al-ciocolato-vegana

Abbinamento vino-dolci di pan di Spagna farciti di creme varie e bagnati con liquori.

Come prima raccomandazione devo ricordare che non dobbiamo bere vini secchi con i dolciumi in genere. Purtroppo è consuetudine stappare spumanti brut con il dolce, è un “bisticcio” gustativo che deve essere evitato perché rovina i sapori! Ricordiamo sempre che con i prodotti di pasticceria vige il principio della concordanza per cui sono i vini amabili o dolci che devono accompagnare il nostro dolce.

Dovremo orientarci verso vini che abbiano come qualità gustativa fondamentale la dolcezza più o meno evidente ( un residuo zuccherino minimo 25/30 grammi/litro) tenendo conto in seconda battuta dell’aromaticità e dell’alcolicità. Ovviamente, anche in questo caso il corpo di un vino deve essere conforme alla struttura della pietanza.

vini-e-dolci1

Abbinamento vino-dolci elaborati, con creme e panna.

I dolci elaborati e ricchi (panforte, sacher torta, dolci a base di pasta di mandorle) possono esaltarsi con vini liquorosi. I dolci più grassi con creme e panna ( Profiterol, Charlot, torte paradiso e mille sfoglie alla crema chantilly, zabaglione e panna, bavaresi alla panna con frutta), sono ottimamente abbinati con spumanti dolci che, tramite il contenuto di anidride carbonica (bollicine), consentono una pulizia della bocca ed equilibrio tra aromi e sensazioni gustative tra i due elementi combinati;

Friuli Isonzo Moscato rosa spumante.

friuli-venezia-giuliavini

Abbinamento vino-dolci dolci a pasta lievitata.

Ricordiamo sempre che con i prodotti di pasticceria vige il principio della concordanza per cui sono i vini amabili o dolci che devono accompagnare il nostro dolce. Dovremo orientarci verso vini che abbiano come qualità gustativa fondamentale la dolcezza più o meno evidente ( un residuo zuccherino minimo 25/30 grammi/litro) tenendo conto in seconda battuta dell’aromaticità e dell’alcolicità. Ovviamente, anche in questo caso il corpo di un vino deve essere conforme alla struttura della pietanza.

Con i dolci a pasta lievitata, si abbinano vini bianchi aromatici, dolci, frizzanti o spumanti; con gli stessi dolci ma con frutta candita, cannoli o bignè alla crema pasticcera o al torroncino, vini bianchi spumanti dolci, leggermente più pieni dei precedenti.
Il nostro panettone Natalizio può andare d'accordo con un vino dolce e leggero (un vino moscato da vendemmie tardive per esempio).
Alto Adige Moscato Rosa Doc

Macarons di lamponi al cioccolato bianco.

Ingredienti: per 4 persone

450 gr zucchero a velo
250 gr di farina di mandorle
8 albumi d'uovo vecchi di 2 giorni
50 gr di zucchero semolato
1 pizzico di sale
qualche goccia di colorante rosso
200 gr di panna
5 gr di fiori di rosa biologici
100 gr di purea di lamponi boironi
300 gr di cioccolato bianco
10 gr di acqua di rosa

Non solo cuori. Il pasticcere francese Stephane Betmont, che durante quattro anni di attività ha Parigi ha partecipato all’apertura della nuova boutique «Laduree» ai Champs-Elysées con lo chef Pierre Hermé, rivela i segreti dei suoi Macarons di San Valentino (dal libro «Alta pasticceria. Nelle ricette di 32 grandi chef» di Valeria Arnaldi, Orme Chef).
Ecco la ricetta:

Macarons degli innamorati

Latte di cocco con frutti di bosco, albicocche e kiwi.

ngredienti: 4 persone

4 dl di latte di cocco
1 cucchiaino di pistilli di zafferano
1 baccello di vaniglia
400 g di frutti di bosco misti
1 lime
4 albicocche
1 mango piccolo
2 kiwi
1 pesca bianca
1 rametto di basilico

Essendo la noce di cocco ricca di potassio rappresenta un ottimo alimento ricostituente per reintegrare i sali minerali in caso di bisogno; la buona presenza di vitamina B e C la rende utile nel trattamento di alcuni disturbi quali possono essere la debolezza in generale, problemi di nervosismo e i disturbi urinari. Secondo alcuni studi la noce di cocco aiuterebbe ad eliminare l'aria presente in eccesso nello stomaco e nell'intestino e avrebbe anche proprietà utili al fine di eliminare le tossine presenti nell'apparato digerente

Latte di cocco alla frutta

lunedì 22 febbraio 2016

Macedonia congolese con datteri, cocco e arance.

Ingredienti: 4-6 persone
250 g di datteri
200 g di polpa di cocco grattugiata
100 g di arachidi tritate
4 arance
75 ml di Cointreau o liquore all’albicocca
qualche cucchiaio di succo d’arancia

La frutta ha un sapore e un aroma intenso e ha delle proprietà nutritive diverse, spesso si mangia dopo il pasto, ma tra i pasti è eccezionale. È conveniente magiare la frutta quando è matura. In più la macedonia di frutta è un ottimo modo per mangiare la frutta e poi è qualcosa che piace, di solito, anche ai bambini. Scopriamo insieme come si fa una macedonia di frutta.
Macedonia congolese

Limonata alla crème de cassis.

Ingredienti: 6 persone

5 limoni
2 bicchierini di crème de cassis
4 cucchiai di zucchero

Crème de Cassis è la denominazione ufficiale di un liquore rosso, dolce, al sapore di ribes. È l'ingrediente principale del kir, un cocktail che si beve come aperitivo.

La crème de cassis si ricava dal ribes nero ed è una specialità della Borgogna. Tuttavia questo liquore si produce anche in altre città della Francia, così come nel Lussemburgo e nel Québec.

Il ribes viene raccolto e messo in infusione in alcol e sciroppo di zucchero, ma vi sono diverse ricette, tanto nella produzione industriale quanto quella casalinga.

Wikipedia

Limonata al cassis

mercoledì 17 febbraio 2016

Fonduta di cioccolato con mandarini cinesi e fragole.

Ingredienti: per 6 persone

250 g di cioccolato fondente
125 g di burro
3 tuorli
25 cl di latte
2 cucchiaini di caffè solubile
3 kiwi
2 pere
200 g di mandarini cinesi
6 fette di ananas
250 g di fragole

Per decorare:
fragole

La fonduta al cioccolato con fragole è una ricetta gustosa a base di cioccolato fuso in cui vengono intinte le fragole: ottima per San Valentino.

fonduta di cioccolato

Preparazione: 35’

  • Dopo averlo spezzettato, fate fondere il cioccolato a bagnomaria, a fuoco dolcissimo.
  • Quando si sarà sciolto, unite un po' alla volta il burro a pezzetti e incorporatelo al cioccolato, continuando a mescolare.
  • Battete a lungo con la frusta i tuorli.
  • Scaldate il latte in cui avrete sciolto il caffè.
  • Quando sarà bollente, versatelo a filo sui tuorli battuti, continuando a lavorare con la frusta, fino a ottenere un composto spumoso.
  • Versate questo preparato nel recipiente per la fonduta, aggiungete il cioccolato e amalgamate con la frusta.
  • Sistemate il recipiente sull'apposito fornelletto o su uno scaldapiatti a candela.
  • La fonduta non deve bollire.
  • Pulite la frutta e tagliatela in tanti bocconcini.
  • E' preferibile farlo all'ultimo momento perchè la frutta non si ossidi.
  • I vostri ospiti, usando le lunghe forchettine da fonduta, tufferanno i pezzetti di frutta nel recipiente per rivestirli di cioccolato.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Da umile a nuziale, gli origini della torta [Infografica].

Mentre la maggior parte delle persone sarebbe d'accordo che la torta è il sovrano indiscusso del mondo dolce, deve anche concordare che la torta è nella top 5 delle prelibatezze

Questa infografica dà una vasta storia della torta "umile" e come è arrivata a diventare la moderna delicatezza che è oggi.

Devo ammettere che sono deluso che questa torta infografica non contiene un singolo grafico a torta.

Un grande swing e una certa signorina lì, ho paura, insomma.

torte-nuziali-primavera

Abbinamento vino-dolci: la Guida Completa.

Abbinamento vino-dolci di pan di Spagna farciti di creme varie e bagnati con liquori.

Come prima raccomandazione devo ricordare che non dobbiamo bere vini secchi con i dolciumi in genere. Purtroppo è consuetudine stappare spumanti brut con il dolce, è un “bisticcio” gustativo che deve essere evitato perché rovina i sapori! Ricordiamo sempre che con i prodotti di pasticceria vige il principio della concordanza per cui sono i vini amabili o dolci che devono accompagnare il nostro dolce.

Dovremo orientarci verso vini che abbiano come qualità gustativa fondamentale la dolcezza più o meno evidente ( un residuo zuccherino minimo 25/30 grammi/litro) tenendo conto in seconda battuta dell’aromaticità e dell’alcolicità. Ovviamente, anche in questo caso il corpo di un vino deve essere conforme alla struttura della pietanza.

vini-e-dolci1

Ultime ricette pubblicate

I miei preferiti